1 – Partecipanti al Campionato

Le squadre partecipanti all’edizione 2017-2018 del Campionato Vaticano, che inizierà il 6 novembre 2017, saranno 8.

Oltre ai dipendenti di ruolo di qualsiasi amministrazione iscritti al FAS, possono partecipare al campionato: soci dell’Associazione SS. Pietro e Paolo e del Circolo di San Pietro (l’elenco degli atleti iscritti dovrà essere vidimato da un membro del direttivo), dipendenti in ruolo dell’Ospedale Bambino Gesù (l’elenco degli atleti iscritti dovrà essere vidimato da un dirigente dell’Ospedale), i rappresentanti della Pontificia Università Lateranense (l’elenco degli atleti iscritti dovrà essere vidimato dal Rettore Magnifico della stessa).

Unica eccezione per il ruolo di portiere e per 2 dipendenti di ditte che hanno in appalto lavori presso l’Archivio Segreto Vaticano o la Biblioteca Apostolica Vaticana, che abbiano un contratto almeno annuale (per la sola squadra dell’Archivio ed esclusivamente per la presente stagione sportiva).

2 – Composizione squadre

Ciascuna squadra dovrà avere una rosa composta da un minimo di 16 giocatori ed un massimo di 25 esclusi i portieri. Unica eccezione è la squadra della Guardia Svizzera.

La lista dei giocatori trasmessa all’inizio del Campionato potrà essere integrata nel periodo 20 dicembre 2017 – 10 gennaio 2018.

Durante tutto l’arco del campionato un giocatore potrà essere escluso dalla rosa per sopraggiunti problemi fisici o di famiglia e sostituito da un altro giocatore a condizione che quest’ultimo non sia già iscritto al campionato per nessuna altra squadra.

Il solo portiere può essere tesserato in qualsiasi momento, fino all’ultima gara, con preavviso all’Organizzazione di almeno 24 ore rispetto la gara alla quale parteciperà.

3 – Trasferimenti di atleti

Il trasferimento di un giocatore da una squadra all’altra, nei tempi consentiti, non è soggetto a nessun nulla osta della squadra di provenienza, purché il giocatore abbia evaso tutti gli impegni con la squadra stessa.

Qualsiasi decisione in merito a controversie in materia di trasferimenti sarà di esclusiva competenza dell’Organizzazione.

4 – Presentazione Liste

Ciascuna squadra dovrà presentare entro il 20 ottobre una lista contenente:

  1. Nome, cognome e Dicastero di appartenenza di tutti gli atleti e dirigenti;
  2. Un certificato medico per l’attività calcistica agonistica con data non precedente al 1 settembre 2017 per ciascun atleta;
  3. Una foto formato tessera di ogni iscritto;
  4. La sottoscrizione del modulo di iscrizione alla ASD Sport in Vaticano per ciascun atleta e dirigente (scaricabile all’indirizzo internet http://www.sportinvaticano.com/wp-content/uploads/2016/03/modulo-iscrizione.pdf);
  5. versamento della quota annuale (pari ad euro 10,00 per ogni atleta e dirigente);
  1. indicazione dei nominativi che potranno essere chiamati per far parte della Rappresentativa Vaticana (oltre al nome e al cognome dovrà essere indicato anche numero di cellulare e indirizzo mail).

Oltre agli atleti, la lista ufficiale dovrà contenere: nome della squadra e relativo logo, nominativi del Presidente, dei Dirigenti e dell’Allenatore. Inoltre dovranno essere indicati tutti gli appartenenti a ciascuna squadra che dovranno ricevere le comunicazioni ed i comunicati da parte dell’Organizzazione fornendone numeri di cellulare e indirizzo mail.

Come sopra indicato, ciascuna squadra dovrà indicare gli atleti che riterrà idonei (per qualità umane, volontà di far parte di un gruppo e partecipare ad incontri amichevoli o di beneficenza sia a Roma che fuori, piena consapevolezza dell’ente che si va a rappresentare e delle specificità che questo comporta), meritevoli e disponibili per essere convocati dalla Rappresentativa Vaticana.

Ulteriori nominativi o variazioni dei Dirigenti potranno essere comunicati in qualsiasi momento della stagione.

I nominativi indicati, riceveranno le comunicazioni ufficiali da parte dell’Organizzazione e saranno gli unici a poter, a loro volta, fornire comunicazioni ufficiali della loro squadra agli Organizzatori. Comunicazioni di qualsiasi genere provenienti da persone diverse dalle suddette non potranno essere prese in considerazione.

In particolare saranno inseriti in un gruppo WhatsApp cui saranno inviati i risultati di ciascuna giornata. I comunicati saranno consultabili sul sito www.sportinvaticano.com.

Potranno accedere al terreno di gioco soltanto i giocatori ed i Dirigenti inseriti nelle apposite liste gara. Le stesse dovranno essere presentate ad un responsabile dell’Organizzazione almeno 10 minuti prima dell’inizio della gara.

5 – Durata Gare

Ogni gara avrà la durata di 50 minuti suddivisi in 2 tempi da 25 minuti, con intervallo di 5 minuti.

Il tempo massimo di attesa per l’inizio delle gare è di 15 minuti. Trascorsi i quali verrà assegnata la sconfitta “a tavolino” (0-3) alla squadra non presente sul campo con il numero minimo di 6 giocatori. In ogni caso la squadra con numero minimo di 6 giocatori deve iniziare la gara nei tempi previsti.

6 – Direzione delle gare

La direzione Tecnica di ogni gara è affidata ad una terna arbitrale designata dall’Organizzazione del Campionato.

Qualora, dopo il tempo di attesa di 15 minuti dall’inizio della gara, perdurasse l’assenza dell’arbitro e/o degli assistenti di gara, l’Organizzazione provvederà a sostituire il direttore di gara e/o gli assistenti con un Dirigente della squadra prima nominata e successivamente con uno o due assistenti designati tra gli iscritti nella lista della squadra seconda nominata.

Le decisioni arbitrali sono insindacabili. Non sono ammesse ricusazioni nei confronti degli arbitri e/o assistenti designati.

7 – Mancata presentazione di una squadra

Qualora una squadra disertasse senza preavviso una gara in calendario, oltre alla perdita della stessa (0-3) e la penalizzazione di -2 punti in classifica, dovrà pagare l’affitto previsto per il campo non utilizzato e il rimborso spese per gli arbitri.

La squadra che per due volte disertasse senza preavviso una gara verrà automaticamente esclusa e non potrà continuare il campionato.

8 – Annullamento/spostamento di una gara

In caso di maltempo, le squadre SONO TENUTE A PRESENTARSI SUL CAMPO DA GIOCO e restarvi fino a quando, costatata ad insindacabile giudizio del Direttore di Gara l’impraticabilità del campo, l’Organizzazione decreterà annullata o sospesa la gara.

Altro caso e quello in cui l’Organizzazione venga informata dalla Fondazione Cavalieri di Colombo, proprietà del campo, circa l’impossibilità di giocare per motivi ad essa riconducibili.

In tali casi sarà compito dell’Organizzazione comunicare le date di recupero delle gare annullate.

I Dirigenti di una squadra impossibilitata a disputare una gara, devono avvisare gli Organizzatori ALMENO 24 ORE prima della stessa e, sentita la disponibilità dei responsabili della squadra avversaria, concordare con gli stessi il giorno e l’ora per la disputa della gara dopo aver constatato la disponibilità del campo.

La gara dovrà essere disputata entro le due settimane successive alla data prevista dal calendario. L’onere economico di tale gara (pari ad euro 200,00) sarà a completo carico della squadra impossibilitata a disputare tale gara nei tempi previsti dal calendario ufficiale.

Sarà cura della Direzione avvisare tutte le squadre dell’approvato spostamento.

Non si potranno effettuare gare di recupero nelle ultime tre giornate del Campionato.

9 – Sostituzioni

Le sostituzioni dei giocatori durante la gara, effettuate a gioco fermo e segnalate all’arbitro, sono illimitate.

E’ consentito ad un giocatore sostituito di rientrare sul campo da gioco durante la gara con le procedure di cui sopra.

10 – Colori maglie

E’ fatto obbligo ai responsabili delle squadre di informarsi per tempo circa i colori della muta di maglie indossate dalla squadra avversaria e provvedere di comune accordo alla soluzione più idonea per il corretto svolgimento delle gare. Ogni squadra dovrà comunque avere sempre a disposizione un set di fratini differenti dalla propria maglia. I fratini, ad insindacabile giudizio del Direttore di Gara, dovranno essere indossati dalla squadra prima nominata nel calendario.

11 – Dotazioni obbligatorie delle squadre

Ciascuna squadra dovrà disporre all’inizio di ogni gara di due palloni regolamentari. Sarà la squadra prima nominata a fornire il primo pallone.

Oltre ai suddetti fratini di colore contrastante rispetto ai colori di maglia, è obbligo di ciascuna squadra disporre di un kit di primo soccorso. E’ vivamente consigliato a tutti giocatori indossare i parastinchi regolamentari.

12 – Determinazione Classifica

In caso di parità tra due o più squadre, la classifica sarà determinata seguendo i seguenti criteri:

  1. risultati negli scontri diretti; 2 posizione delle squadre nella classifica disciplina; 3. Differenza rete negli scontri diretti; 4. migliore differenza totale; 5. maggior numero di reti segnate; minor numero di reti subite. In caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio.

13 – Squalifiche

I tesserati a cui vengano inflitte più ammonizioni, ancorché conseguenti ad infrazioni di diversa natura, incorrono nella squalifica per una gara dopo la terza ammonizione.

Nei casi di recidiva si procede secondo la seguente progressione:

– successiva squalifica per una gara dopo la seconda ammonizione;

– successiva squalifica per una gara ad ogni ulteriore ammonizione.

14 – Ricorsi e Reclami

I reclami avversi la posizione di un tesserato, ovvero episodi verificatisi durante lo svolgimento delle gare che si presume abbiano inficiato il regolare andamento delle stesse, devono essere preannunciati all’arbitro, mediante riserva scritta, subito dopo la fine della gara.

Entro le 24 ore successive alla gara bisogna far seguire reclamo scritto redatto in modo chiaro alla squadra reclamata e all’Organizzazione. I reclami, i ricorsi e le richieste di riduzione sanzioni che risultassero privi dei suddetti requisiti non saranno presi in considerazione.

15 – Classifica Disciplina

Al termine del Campionato la squadra che avrà riportato il minor numero di sanzioni disciplinari risulterà la vincitrice della speciale classifica disciplina.

Questi i criteri di attribuzione delle varie penalizzazioni:

  • ammonizione 1 punto
  • espulsione/squalifica 3 punti
  • ogni giornata di squalifica 3 punti
  • diffida squadra 10 punti
  • prima rinuncia alla gara 20 punti

Al fine di stilare la classifica disciplina si sommano le penalità comminate agli atleti a quelle inflitte ai dirigenti ed alla squadra.

16 – Norme Transitorie

Per tutto quanto non previsto nel presente regolamento si fa riferimento alle Carte Federali della Federazione Italiana Giuoco Calcio per il calcio a 11.

Regolamento Campionato 2017-2018